Juventus, Agnelli: "Complimenti ai ragazzi, ci vuole il VAR anche in Europa"

Rufina Vignone
Aprile 12, 2018

Sul campo avremmo almeno meritato i supplementari, ma non si può uscire per episodi del genere. "Bisogna cambiare il designatore ogni 2-3 anni e accelerare al più presto l'introduzione del Var anche in #ChampionsLeague". E' un infortunio e ci sta, sbagliano tutti e questo arbitro è andato in confusione, ha preso una decisione sbagliata e ne ha presa una seconda eccessiva. Un designatore va cambiato ogni tre o cinque anni, vado a vedere alle squadre italiane.

Agnelli se la prende con Pierluigi Collina, designatore degli arbitri: "Questi episodi ricorrenti sull'Italia devono far riflettere sul designatore e la sua vanità, perché ciò fa sì che contro le italiane ci sia sempre evidente imparzialità e le italiane vengono colpite in maniera quasi scientifica per dimostrare che il designatore è imparziale". Abbiamo la tecnologia per evitare questi errori, in qualsiasi stadio. Facciamo loro un corso veloce per usare la tecnologia. Però si può ragionare sul Group Stage in avanti, quando si hanno partite di una determinata importanza.

Non soltanto il calcio di rigore concesso al Real Madrid, Agnelli ha commentato anche l'espulsione ai danni di Gigi Buffon: "L'arbitro non ha saputo gestire la situazione". In conclusione un in bocca al lupo a Roma e Lazio che portano avanti l'Italia in Champions e Europa League, e nessun dubbio sulla presunta influenza del Real sugli arbitri: "Gli arbitri d'elite della UEFA sono tutti di qualità". Spiace, rimane la prestazione dei ragazzi, l'Europa è questa, capita di vincere e perdere 3-0. "Avrebbe dovuto capire il momento e decidere al meglio, ma non l'ha fatto", ha continuato Agnelli a Mediaset Premium. Non vado nella stanza dell'arbitro a parlargli, quelle sono leggende, penso che proprio lui sarà il più triste stasera nell'andare a casa. In Europa ci sono partite diverse, non contano le difese migliori, ma gli episodi sono decisivi. Sarà così pure al fischio finale, quando s'innesca pure un parapiglia, tra giocatori. Sergio Ramos? Credo che in quel punto del campo ci potesse stare.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE