TORINO. Rifiuti: Torino, in 5 anni 'porta a porta' in tutta la città

Bruno Cirelli
Aprile 10, 2018

Entro 5 anni la raccolta dei rifiuti sarà 'porta a porta' in tutta Torino. Per questo motivo la Città di Torino e Amiat hanno modificato il contratto di servizio. Il tutto è stato inserito nell'accordo con il Gruppo Iren, approvato dalla Giunta comunale. Obiettivo, una differenziata del 65% entro il 2021.

Poi, progressivamente, il "P.a.p" raggiungerà i restanti quartieri torinesi. Tramite l'estensione della racoclta porta a porta. Per garantire l'estensione del porta a porta, la Città di Torino destinerà ad Amiat 11 milioni di euro all'anno, oltre a quanto previsto dal contratto di servizio. Secondo le stime, la raccolta porta a porta verrà estesa a 400 mila persone, se non si considerano i quartieri in cui è in attivazione adesso.

Contestualmente, l'accordo prevede la riduzione a un massimo di tre milioni di euro del contributo per la viabilità invernale e all'assunzione a proprio carico da parte di Amiat degli interventi a richiesta, fino a un limite massimo annuo di 300mila euro.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE