Bimbo con epilessia aiutato dalla classe a Riccione

Barsaba Taglieri
Aprile 10, 2018

Come quella mattina di novembre, quando in classe un attacco epilettico gli ha provocato una serie di convulsioni, una scossa improvvisa lungo tutto il corpo e gli ha fatto perdere conoscenza. Viene portato in fretta all'ospedale, in quel momento nulla si sapeva del suo problema. Dopo approfondimenti clinici si scopre che è affetto da "Anomalie epilettiformi interessanti". "La maestra ha spiegato a tutti i compagni cos'è l'epilessia. e cosa si può fare per aiutare e soccorrere in caso di un attacco" scrive mamma Barbara.

Ma Elena è andata oltre, stilando un prontuario di istruzioni in caso di altre crisi epilettiche.

I compagni avevano creato un cartellone scritto da loro in cui si dividevano gli "Incarichi di emergenza".

Una terza elementare di una scuola di Riccione ha dimostrato che quando qualcuno ha bisogno di aiuto i bambini sono sempre pronti a dare una mano.

A coordinare i soccorsi è naturalmente l'insegnante, coadiuvata da "chi prende il farmaco.chi avverte i bidelli.chi prende dall'armadietto il cuscino".

A dirlo a tutti, con una lunga lettera e un'immagine pubblicate su un gruppo Facebook, è stata la mamma del bambino. I genitori di Noah hanno scoperto il cartello durante la consegna delle pagelle.

Tutti possono essere d'aiuto e tutti si mettono a disposizione.

"Questo è un grande insegnamento di solidarietà". Io mi sono fortemente commossa. "Noi famigliari insegnamo a casa certi valori e principi ma poi è di fondamentale importanza che anche la societàsegua un certo percorso". "Questo foglio per me è la vita, l'amore per il prossimo, l'altruismo". Perché una maestra può fare la differenza. Elena Cecchini, 43 anni, insegnante alla primaria Annika Brandi di Riccione, in pochi giorni è diventata la Maestra d'Italia.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE