Valentino Rossi: "A me la pista piace"

Rufina Vignone
Aprile 8, 2018

Ancora una volta le Yamaha ufficiali stentano e se Zarco domani partirà dalla prima fila, Valentino sarà in mezzo al gruppo: quarta fila e 11° tempo.

Se in Qatar Rossi aveva dimostrato di stare almeno vicino, se non lottare, con Dovizioso e Marquez, In Argentina l'impresa di prospetta molto complicata. L'undicesimo posto in griglia a Rio Hondo non soddisfa il Dottore, in difficoltà nell'ibrido asciutto-bagnato che ha contraddistinto le qualifiche.

Rossi ha terminato parlando delle sue aspettative per la gara e della Pole di Miller: "Per domani mi auguro condizioni definite: o una gara completamente asciutta o una gara completamente bagnata".

"Il podio è sempre difficile, perché ci sono tanti piloti competitivi, ma se è completamente asciutto posso essere veloce per tutta la gara". Sarà una lotta dura - aggiunge Rossi -, ma la pista mi piace molto e di solito la nostra moto funziona molto bene li a Rio Hondo. "Potrebbe essere un fine settimana sorprendente, ma spero di andare forte". E non era cosa affatto scontata che questo avvenisse sin dalla prima gara, soprattutto prendendo in considerazione quanto emerso nella seconda parte della stagione 2017, con la M1 in crisi nera nella gestione delle gomme, causata probabilmente da un cattivo uso dell'elettronica. "Non la vedo facile". "Sono messo bene con l'asciutto, benino con il bagnato, male in caso di pista come oggi, con pochissima acqua sull'asfalto, ma l'obbligo di usare comunque le rain" sintetizza il campione della Yamaha. Purtroppo avevamo poche gomme, specie considerando che per me era impossibile utilizzare quelle a mescola morbida, ho provato ad usarle nel quarto turno di libere ma dopo due giri sono tornate ai box e le ho tolte perché non riuscivo proprio a guidare.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE