Google chiude il servizio goo.gl che consentiva di abbreviare gli url

Geronimo Vena
Aprile 3, 2018

Brutte notizie per tutti gli utenti amanti degli short link. Per chi non lo sapesse, un servizio di short link si occupa di sintetizzare una URL in pochi caratteri. In questo modo, invece di utilizzare un link lunghissimo, si può utilizzare un'alternativa molto breve e tacciabile.

Perché chiuderlo? Google sta investendo da tempo in un servizio più completo che risponde al nome di Firebase Dynamic Link, col quale è possibile creare dei link che puntano direttamente a pagine specifiche di siti web e applicazioni. Le FDL sono URL dinamici che inviano l'utente ai contenuti di un'app, iOS o Android o il Web per offrire la migliore esperienza basata sulla piattaforma che utilizza.

Gli utenti potranno quindi passare gradualmente al nuovo servizio oppure scegliere un'alternativa come bit.ly o ow.ly.

Tutti gli "indirizzi corti" generati fino al 13 aprile e quelli prodotti in passato continueranno a funzionare senza problemi fino al 30 marzo 2019.

Ma Google ha appena annunciato che, nell'ottica di concentrare i loro sforzi verso obiettivi più centrali nell'immediato futuro, il servizio di supporto per lo shortener goo.gl verrà soppresso nel corso delle prossime settimane e sostituito da Firebase Dynamic Links (FDL). E il 30 marzo 2019, nessuno sarà in grado di usarlo.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE