Il Kosovo cambia i confini

Bruno Cirelli
Marzo 21, 2018

Oggi nel Parlamento del Kosovo doveva essere ratificata una nuova demarcazione di frontiera con il Montenegro, oggetto di una violenta contestazione da parte della sinistra nazionalista negli scorsi mesi. Quando si pensava che la situazione fosse tornata alla normalità però, una seconda bottiglie è stata lanciata tanto da rendere necessario l'immediato intervento degli agenti con maschere antigas, mentre i deputati abbandonavano di corsa i banchi di Vetevendosje che le forze dell'ordine hanno in seguito perquisito. La seduta è stata sospesa brevemente ma, alla ripresa, è stato lanciato un secondo lacrimogeno, che ha costretto i deputati a lasciare l'aula frettolosamente.

La ratifica di tale accordo, già avvenuta da parte del Montenegro, era stata posta dall'Unione Europea come condizione - insieme a una lotta più efficace a corruzione e criminalità - per l'abolizione dell'obbligo dei visti ai cittadini kosovari in viaggio nei paesi dell'UE. Gli oppositori sono contrari in quanto l'accordo prevede l'assegnazione di 8.000 ettari di terreno al Montenegro, territorio su cui il Kosovo ha delle pretese.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE