De profundis Casinò Campione: lunedì udienza finale sul fallimento

Bruno Cirelli
Marzo 21, 2018

Si va verso la nomina di un commissario liquidatore, che assumerebbe la gestione del Casinò, compiendo gli atti burocratici necessari per il fallimento, ma anche creando le condizioni per un possibile subentro di un altro soggetto che possa garantire la continuità di gestione e magari la salvaguardia occupazionale, forse con nuove forme contrattuali visto che comunque i dipendenti del Casinò Campione sono dipendenti dell'attuale società di gestione. Nel corso dell'udienza la Procura è rimasta ferma sulla sua richiesta di dichiarare fallita la società di gestione, e ha presentato una memoria in proposito.

Periodo tormentato, per Campione d'Italia e per il suo futuro. I membri del Consiglio hanno chiesto chiarimenti al primo cittadino sui piani che si intende attuare per cercare di salvaguardare e proteggere il sistema Campione per il bene della comunità. Per di più, sono venuti a conoscenza che si erano svolte diverse riunioni con altri membri del consiglio senza il loro avviso.

Per quanto riguarda il Casinò di Campione, i consiglieri hanno manifestato ancora una volta la propria contrarietà al piano di risanamento che prevede il licenziamento collettivo di 156 lavoratori, provvedimento che potrebbe avere effetti drammatici sia per l'enclave sia per la gestione del casinò.

Da un lato il Tribunale, con la verifica sullo stato d'insolvenza in cui verserebbe - secondo la Procura - il Casinò.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE