Omicidio a Terzigno: mamma uccisa fuori scuola

Bruno Cirelli
Marzo 20, 2018

Sul posto sono arrivati i familiari della vittima e il padre che hanno portato la bimba al sicuro. Dalle indagini, intanto, è emerso un altro dettaglio della crisi di coppia: secondo quanto accertato dai carabinieri da due anni la donna era separata in casa col marito.

Proprio lì infatti, mentre si accingeva a salire sulla sua auto, la donna è stata raggiunta da un uomo, si suppone il marito, con il quale ha avuto un acceso diverbio prima di essere uccisa con un'arma da fuoco (alcuni quotidiani parlano di un unico colpo).

Nel contempo emergono nuovi particolari sulla separazione della coppia, uno scenario che, ancora una volta, lasciava presagire il femminicidio.

Sul luogo dell'omicidio è arrivato il padre di Immacolata Villani.

Si chiama Immacolata Villani la donna di 31 anni uccisa davanti a una scuola elementare nel quartiere di Boccia al Mauro, a Terzigno (Napoli).

Secondo le prime notizie dei Carabinieri, la donna aveva accompagnato la figlia all'interno della scuola. I due si sarebbero messi quindi a discutere in strada quando poi, improvvisamente, l'uomo ha tirato fuori una pistola. Immacolata Villani è morta sul colpo.

Il grave fatto di sangue si è verificato dopo una decina di minuti dall'inizio delle lezioni. A quel punto, le si sarebbe affiancata un uomo a bordo di uno scooter, chiedendole di scendere per parlare. Ai militari raccontò che la frattura se l'era procurata cadendo, ma ora qualcuno ne dubita: i litigi tra marito e moglie, hanno testimoniato molte persone che li conoscevano, erano anche molto violenti. Così il sindaco di Terzigno Francesco Ranieri commenta la tragica esecuzione. Aveva appena accompagnato la figlia di 9 anni. Il fatto è accaduto sabato sera, poco dopo le ore 20, l'uomo è stato trasferito all'ospedale di Nocerca Inferiore in codice rosso.

A dare l'allarme è stato il sindaco di Francesco Ranieri: "Mi ha chiamato un'amica in lacrime che stava sul posto e io ho avvisato i carabinieri". Per fortuna i bambini erano già tutti in classe. Dopo le 11 la salma viene portata via tra gli applausi dei presenti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE