Sesso, promettenti risultati sul "pillolo"per la contraccezione maschile"

Barsaba Taglieri
Marzo 19, 2018

La compressa è a base di dimetandrolone undecanoato (DMAU) e contiene un mix di ormoni che in pratica disinnescano lo sperma.

Il farmaco è stato sviluppato dai National Institutes of Health statunitensi, e in particolare dall'Eunice Kennedy Shriver National Institute of Child Health and Human Development che ha finanziato il trial. I ricercatori, che hanno presentato il loro studio a Chicago, dove è in corso Endo 2018, 100esimo meeting annuale dell'Endocrine Society, sostengono di essere riusciti a superare quegli ostacoli che finora avevano rallentato il suo sviluppo.

I progressi della ricerca sul pillolo, ricorda l'autrice, sono stati ostacolati perché formulazioni orali di testosterone possono causare infiammazioni al fegato e vengono smaltite dall'organismo troppo rapidamente per permettere un dosaggio giornaliero, richiedendo due assunzioni al giorno. L'uso del undecanoato, un acido grasso a lunga catena, secondo gli scienziati rallenterebbe il metabolismo del farmaco, permettendogli appunto di agire efficacemente una volta al giorno. In tutti i pazienti, infine, Dmau ha superato i test di sicurezza, inclusi quelli che valutavano le funzioni epatica e renale. 83 hanno già completato la serie di esami. Ogni gruppo di volontari comprendeva cinque uomini, scelti a caso, a cui veniva somministrato un placebo inattivo e altri 12-15, che testavano la nuova pillola. È stata constatata una "marcata soppressione" degli ormoni richiesti per la produzione di sperma. "Nonostante i bassi livelli di testosterone, pochi soggetti hanno riportato sintomi coerenti con il deficit o l'eccesso di testosterone", ha detto Page. Siamo ancora in un fase iniziale della sperimentazione, solo 83 uomini dei 100 sotto studio, hanno assunto la pillola per i 28 giorni previsti - ha precisato Rossi - ma i risultati per ora ottenuti fanno pensare ad un ulteriore sviluppo in questo campo ad oggi predominio e responsabilita' esclusivamente femminile, incontrando tra l'altro la preferenza maschile: "molti uomini dichiarano di prediligere una pillola quotidiana come contraccettivo reversibile, piuttosto che iniezioni a lunga durata d'azione o gel topici, anch'essi in fase di sviluppo". Riscontrata invece una diminuizione del colesterolo "buono" Hdl ed un aumento di peso negli uomini che si sono sottoposti alla sperimentazione, anche se in maniera "lieve".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE