Rincari Vodafone su SIM Dati e contratti residenziali

Geronimo Vena
Marzo 19, 2018

A partire dal 10 giugno 2018, i clienti Vodafone si troveranno di fronte ad un aumento del canone mensile delle SIM dati (ricaricabili e in abbonamento) da 1,50 euro a 2 euro.

A partire dal 25 marzo, Vodafone tornerà alla fatturazione mensile per quanto riguarda i clienti privati con ricaricabile; i privati con abbonamento mobile e rete fissa dovranno attendere il 5 aprile.

L'operatore evidenzia che gli aumenti sono dovuti alle "mutate condizioni di mercato".

Come da protocollo, gli utenti riceveranno il classico SMS informativo e comunicazione in fattura che li avviserà della rimodulazione.

Dal 10 giugno infatti coloro che hanno una SIM dati Vodafone sia ricaricabile che abbonamento vedranno aumentare la propria tariffa di una cifra compresa tra 1,5 e 2 euro.

Per i clienti interessati trattasi di una notizia che sicuramente non farà molto piacere visto che l'impatto sulla spesa annuale sarà sensibile.

Nel caso in cui si voglia procedere in tal senso, bisognerà farlo entro 30 giorni dalla comunicazione e specificando come causale del recesso "Modifica delle condizioni contrattuali".

Da ricordare che i clienti che decideranno di recedere e hanno un'offerta che include telefono, tablet, Mobile Wi-Fi, Vodafone TV o prevede un contributo di attivazione a rate continueranno a pagare, le eventuali rate residue addebitate con la stessa cadenza e con lo stesso metodo di pagamento che hanno scelto. In caso di recesso, per non perdere il numero, bisogna anche passare contestualmente ad altro operatore senza costi di disattivazione.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE