Inter-Napoli, parole Spalletti dividono i tifosi. E la società non ha gradito

Rufina Vignone
Marzo 19, 2018

Luciano Spalletti ha ricevuto ad Empoli il premio 'Albano Aramini', il più alto riconoscimento sportivo della città fiorentina, intitolato all'assessore allo sport che ha avviato questa onorificenza.

Possibile anche che le parole di Spalletti possano essere ricondotte ad un'insoddisfazione riguardante il mercato di gennaio ("Dei dieci giocatori di cui si parlava è arrivato il solo Rafinha", ha detto in conferenza) e che i mancati arrivi di Ramires e, soprattutto, di Pastore gli abbiano un po' fatto perdere la pazienza. Penso che la squadra abbia delle qualità importanti e che quando le mettiamo in campo siamo in grado di potercela giocare contro chiunque. "Ripeto, non credo di poter migliorare questa prestazione con il lavoro settimanale perché è tutto il campionato che ci provo".

Restando nel recente passato, l'ultimo ad uscire indenne dal mondo Inter è stato José Mourinho, anche se, per vero, anche il portoghese qualche problema nel primo anno a Milano (2008) lo ha avuto. A meno che le uscite degli ultimi tempi, fin troppo chiare, non indurranno proprietà e a dirigenza a fare un passo indietro rispetto alla voglia di puntare sull'allenatore di Certaldo. L'unico limite è quello dovuto alla continuità, patisce spesso fastidi fisici quindi il tecnico nerazzurro dovrà dosarne l'impiego per cercare di trarre il massimo dal giocatore che non ha i novanta minuti nelle gambe e cala vistosamente se eccessivamente impiegato.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE