ANTENUCCI A SKY: "Punto strameritato. Abbiamo fatto una partita intensa e cattiva"

Rufina Vignone
Marzo 18, 2018

Una bellissima esperienza all'estero, rovinata proprio nelle battute conclusive, prima del ritorno in Italia a buoni livelli.

Il capitano della Spal, Mirco Antenucci, protagonista fino ad ora di una splendida stagione con la maglia biancoazzurra, si è raccontato in un'intervista ai microfoni de La Gazzetta dello Sport.

Il sogno di un ragazzino: "Sono cresciuto nel mio paese a Roccavivara, in Molise". C'era poco traffico e allora tutti a giocare: era bellissimo. "Siamo in piena lotta salvezza ed è un punto che ci da morale e forza. Ti arrangi e questo ti aiuta".

Antenucci ha poi proseguito: "Quando andai al Leeds avevo 29 anni e non ci pensavo più alla A: un limite caratteriale, certo". Ho pagato l'etichetta di attaccante di categoria che in realtà non mi dispiaceva tanto. Da quando sono a Ferrara è scattato un feeling particolare, che non mi aspettavo. In estate ho visto arrivare Paloschi e Borriello e ho ricevuto un'offerta importante dalla B. "Per fortuna lo sto dimostrando".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE