Telecom Italia: sanzione di 4,8 milioni di euro per pratiche commerciali scorrette

Paterniano Del Favero
Marzo 17, 2018

Infatti, secondo quanto si legge nel comunicato dell'autorità, l'azienda ha utilizzato dei messaggi che facevano chiaramente intendere che la connessione fornita sarebbe stata, integralmente, in fibra ottica e la velocità di connessione [VIDEO] sarebbe stata resa disponibile a livelli massimi.

Inoltre, le campagne di Telecom Italia oggetto del provvedimento in questione non avrebbero indicato in modo sufficientemente chiaro la necessità, per raggiungere le velocità massime pubblicizzate, di attivare un'opzione aggiuntiva a pagamento. "Tale circostanza ha, dunque, vanificato l'indicazione del prezzo dell'offerta contenuta nei claim principali".

L'AGCM ha ritenuto quindi che la condotta fosse "omissiva e ingannevole".

"Ottima notizia! Finalmente si condanna questa pratica odiosa, sulla quale è dovuto intervenire anche il legislatore con il recente Dl Fisco, prevedendo che è sempre pratica commerciale scorretta ogni comunicazione al pubblico che non assicuri il collegamento in fibra fino all'unità immobiliare del cliente" afferma Massimiliano Dona, presidente dell'Unione Nazionale Consumatori.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE