Italia, allarme Fitch post-voto: "Stabilità e riforme a rischio"

Paterniano Del Favero
Marzo 17, 2018

È, in buona sostanza, questo il giudizio dell'agenzia di rating Fitch, che ha confermato il "BBB" assegnato all'Italia con un outlook "stabile", sottolineando che il giudizio è "supportato da un'economia diversificata e ad alto valore aggiunto", con un indebitamento "moderato" del settore privato e "un sistema pensionistico pubblico sostenibile".

Secondo Fitch "il risultato delle elezioni del 4 marzo ha reso la formazione di un governo stabile difficile, aumentando le possibilità di un allentamento di bilancio e di un ulteriore indebolimento delle prospettive sul fronte delle riforme strutturali". Le trattative per una coalizione "saranno difficili e probabilmente prolungate, e non è chiaro" come le piattaforme dei diversi schieramenti "possano convergere, rendendo la composizione del prossimo governo incerta".

Gli "investimenti e i consumi privati, saliti del 3,7% e dell'1,3% nel 2017, dovrebbero restare" i motori della crescita, anche se per tutti e due "ci sono rischi al ribasso legati all'incertezza politica". La previsione è di un debito pubblico al 128,8% del pil nel 2019.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE