Cina: Xi Jinping rieletto presidente Repubblica

Paterniano Del Favero
Marzo 17, 2018

Il teatro della democrazia cinese ha celebrato il rito della rielezione di Xi Jinping a Presidente della Repubblica popolare: 2970 schede e 2970 voti a favore espressi dai delegati del Congresso nazionale del Popolo. Carica che potrebbe mantenere a vita, dopo la rimozione dalla Costituzione del limite dei due mandati.

L'attenzione, spiega l'Agi, è focalizzata soprattutto sull'uomo che assumerà la carica di vice presidente, e che secondo ogni previsione dovrebbe essere Wang Qishan, l'ex zar della campagna anti-corruzione, che ha punito centinaia di migliaia di funzionari del Partito Comunista Cinese dal 2012 al 2017. Per la banca centrale l'altro nome che viene dato in ascesa è quello di Guo Shuqing, capo dell'authority che regola il settore bancario, la China Banking Regulatory Commission, destinata a fondersi con un'altra authority, quella del settore assicurativo, la China Insurance Regulatory Commission, secondo il piano di ristrutturazione del Consiglio di Stato.

In ossequio alle nuove norme costituzionali approvate in questa sessione di lavori, Xi e Wang hanno per la prima volta prestato giuramento, promettendo il rispetto della costituzione. Xi ha posto la sua mano sinistra sul libro con la copertina rossa che contiene la legge fondamentale. Ma aveva mantenuto un profilo alto, sedendo allo stesso tavolo con i sette membri del Comitato permanente del Politburo del Partito, durante i lavori del Congresso nazionale del popolo, ricevendo forti applausi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE