Striscia la Notizia e la bufala di Vittorio Sgarbi dietro le "fake news" sul reddito di cittadinanza

Ausiliatrice Cristiano
Marzo 13, 2018

Questa sera, martedì 13 marzo 2018, a Striscia la Notizia si parlerà nuovamente di Vittorio Sgarbi e del suo dono della preveggenza.

Insomma è Ippolito l'uomo dietro a quella che Luigi Di Maio ha subito definito una fake new: "È solo una cosa satirica nello spirito di Striscia la notizia", dice Ippolito: "Quando dico a Vittorio della mia idea la notizia era già uscita sul Corriere del Mezzogiorno il 7 marzo, tanto è vero che la stavano commentando insieme". Ma quanto afferma Striscia la Notizia è chiaramente falso. E allora Striscia la Notizia si chiede come facesse Sgarbi a sapere già lunedì quello che avrebbero scritto due-tre giorni dopo.

A "Striscia la Notizia" vengono passate in rassegna le notizie, pubblicate in questi giorni, riguardo i CAF presi d'assalto per chi voleva già sapere come ricevere il reddito di cittadinanza proposto dal Movimento 5 Stelle. Viene mostrata una telefonata in cui Vittorio Sgarbi parla con una persona, non identificata, che spiegava di voler pubblicare un post ironico in cui si rendevano disponibili i moduli per richiedere un reddito di cittadinanza da 1000 euro al mese. C'è pertanto grande attesa per la puntata di Striscia la Notizia su Canale 5 che andrà in onda in forma ridotta per colpa della partita di Champions.

File ai Caf per chiedere i moduli sul reddito di cittadinanza?

La fake news che si è diffusa è però leggermente diversa: c'è dietro effettivamente l'interlocutore di Sgarbi? Striscia la Notizia ha deciso di approfondire il tema per fare chiarezza. Dopo il servizio andato in onda ieri in merito alla fake news sulle file al Caf per il reddito di cittadinanza del Movimento Cinque Stelle, dopo la risposta su Facebook dello stesso Sgarbi al noto telegiornale satirico, il programma di Canale 5 tornerà sull'argomento per fare ulteriori precisazioni.

Oltre a questo, quanto suggerito a Sgarbi non c'entra nulla con quella che Striscia la Notizia definisce una bufala.

Dal canto suo il critico d'arte, dopo aver sentito il piano ordito dall'uomo misterioso, dà il via libera: "Sì sì, fallo fallo". Di che cosa si tratterà?

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE