Tirreno-Adriatico: Kittel sprint su un fenomenale Sagan. Gaviria, mano rotta

Rufina Vignone
Marzo 12, 2018

Il tedesco Marcel Kittel (Katusha-Alpecin) ha vinto in volata la sesta tappa dellaTirreno-Adriatico, la Numana-Fano di 153 km. Michal Kwiatkowski (Team Sky) ha conservato la maglia azzurra di leader.

Pronti via e quattro uomini si sono avvantaggiati sul resto del gruppo: Marcus Burghardt (Bora-Hansgrohe), Krists Neilands (Israel Cycling Academy), Jacopo Mosca (Wilier Selle Italia) e Artem Nych (Gazprom-Rusvelo). "Abbiamo sempre detto che avrei deciso dopo la Tirreno-Adriatico se avessi partecipato o meno alla Milano-Sanremo ma le sensazioni sembrano positive dopo due vittorie di tappa". Negli ultimi chilometri il treno della Quick Step era tutto schierato per Gaviria che era "comodo" dietro a Richeze, il suo ultimo uomo quando proprio il colombiano si è arrotato con lo stesso Richeze. E qui è iniziato a farsi vedere il fenomeno Sagan. Come nella tappa di Follonica, secondo posto per Peter Sagan, autore di un numero sensazionale per arrivare a disputare lo sprint.

La volata finale vede primeggiare Marcel Kittel proprio sul tre volte campione del mondo, giunti assieme sulla linea del traguardo gomito a gomito.

Resta tanti chilometri in avanscoperta, ma è costretto ad arrendersi a venti chilometri alla conclusione, poco dopo una caduta nella pancia del plotone che coinvolge, tra gli altri, anche Jakub Mareczko (Wilier - Selle Italia), ripartito con un'evidente ferita sul fianco.

Invariata la classifica finale: domani la cronometro conclusiva di San Benedetto del Tronto che incoronerà l'erede di Nairo Quintana, vincitore della scorsa edizione. Terzo un lanciatissimo Richeze, quarto Sacha Modolo (EF - Drapac), settimo Marco Canola (Nippo Vini Fantini), ottavo Simone Consonni (UAE Emirates). "A 3" Damiano Caruso (Bmc), a 23 Mikel Landa (Movistar), a 29" Geraint Thomas (Team Sky), anch'egli protagonista di un paio di guai meccanici quest'oggi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE