Saras in forte rialzo dopo dati 2017 e piano industriale al 2021

Paterniano Del Favero
Marzo 12, 2018

Saras chiude il 2017 con un utile netto di 240,8 milioni di euro, in crescita del 23% sul 2016 e con un netto comparabile in salita del 39% a 217,4 milioni, secondo un comunicato. Sulla base di questi conti il consiglio di amministrazione proporrà all'assemblea degli azionisti un dividendo pari a 0,12 euro per azione.

Per quanto riguarda il Piando Industriale 2018 - 2021, Saras spiega che "si fonda sulle medesime strategie operative e leve di creazione di valore annunciate nel piano precedente e include il completamento del ciclo di investimenti avviato nel 2015, aggiornando lo scenario di riferimento" che incorpora un mercato petrolifero favorevole all'industria della raffinazione supportato da una robusta domanda di prodotti raffinati. Saras ha anche approvato il piano industriale per il periodo 2018/2021.

Confermata la politica aziendale che prevede il pagamento di dividendi compresi tra il 40% ed il 60% dell'utile netto comparable.

Il titolo si è rafforzato in borsa a valle dei risultati e delle cifre del piano e, poco dopo le 15, balza del 5% circa a 1,786 euro.

Il piano si pone l'obiettivo di conservare una posizione di leadership nel settore della raffinazione anche nel prossimo decennio e punta all'eccellenza operativa attraverso 800 milioni di investimenti focalizzati sul mantenimento di impianti all'avanguardia, anche grazie al contributo dell'innovazione tecnologica e della digitalizzazione.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE