Tutto il calcio e migliaia di persone ai funerali di Astori

Barsaba Taglieri
Marzo 9, 2018

Un muro viola ha accompagnato il feretro con la salma di Davide Astori per un ultimo commovente e commosso saluto da parte di familiari, colleghi e tutto il mondo dello sport. Silenzio violato solo quando la bara, portata a spalla e seguita dai cari del capitano, ha fatto il suo ingresso dentro la basilica. Non è facile farsene una ragione perché non esiste una benché minima spiegazione logica a un evento così inaspettato; allora non rimane altro che pregare per Davide Astori, per la sua compagna Francesca e soprattutto per la sua bambina Vittoria che perde il padre ad appena due anni. Firenze, a lutto cittadino, si prepara a salutare per l'ultima volta il capitano della Fiorentina Davide Astori. Basilica che, come ricordato dall'arcivescovo di Firenze, il cardinale Giuseppe Betori all'inizio del rito funebre, rappresenta "il sacrario degli uomini più illustri che hanno onorato l'Italia". Tra le delegazioni dei club presente quella dell'Inter guidata dal vicepresidente Javier Zanetti, dal tecnico Luciano Spalletti e dall'ex viola Borja Valero che aveva mantenuto un solido legame di amicizia con Astori. Ho pensato che sarebbe davvero un bel progetto quello di istituire questo trofeo in un quadrangolare tra Cagliari, Fiorentina, Roma (squadre dove ha militato) e la Juventus, la "nemica" storica sia della Roma che della Fiorentina. Tra i partecipanti anche Matteo Renzi, ex sindaco della città e grande tifoso della Fiorentina. Litigiosa e polemica, Firenze è anche una città che sa amare in modo straordinario. Con loro tutti i vertici della società viola, Diego Della Valle, che si è rivolto ai tifosi mettendosi la mano sul cuore, il patron Andrea Della Valle e il presidente Mario Cognigni. E spiega bene le migliaia di persone che ieri hanno raggiunto la camera ardente aperta a Coverciano.

"Davide Astori non era un campione, ma una bravo giocatore e una brava persona".

Tutti noi uniti nel dolore abbiamo partecipato senza colori né bandiere, ma con affetto e tristezza ai funerali del caro Davide.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE