Regione e Comune, incontriamo Fca

Paterniano Del Favero
Marzo 8, 2018

Il presidente Chiamparino ha dichiarato: "Da questa riunione è emersa la forte preoccupazione e nel contempo la presa di responsabilità di istituzioni e sindacati sul futuro degli stabilimenti torinesi e piemontesi di FCA, futuro che riguarda i posti di lavoro diretti e indiretti, perché la produzione manifatturiera legata all'automotive comprende gran parte del ricco tessuto industriale piemontese". Sergio Chiamparino che oggi ha incontrato, con il vicesindaco Montanari, i sindacati metalmeccanici per parlare del futuro degli stabilimenti piemontesi, davanti al palazzo della giunta regionale.

Una lettera aperta di Regione Piemonte e Comune di Torino da inviare all'ad di Fiat Chrysler automobiles (Fca), Sergio Marchionne, con una sola domanda: cosa intendere fare l'azienda per Torino e il suo territorio? "Noi sappiamo che l'automotive a Torino non è solo FCA ma riteniamo che la sperimentazione e la ricerca del gruppo nel campo dell'ibrido e dell'elettrico possano dare forza a tutto il comparto, implementando progetti che possano diventare attrattivi anche per altri produttori globali.il nostro obiettivo è che Torino, oltre a mantenere le produzioni manifatturiere, rafforzi la propria vocazione di headquarter ingegneristico del gruppo". Come istituzioni abbiamo l'obbligo di vigilare e di supportare un settore strategico per la nostra città. "La convocazione da parte della Regione è positiva, ma un tavolo a cui non è presente l'interlocutore di riferimento, Fca, parte necessariamente depotenziato", osserva Dario Basso, segretario generale della Uilm torinese. La invieranno la Regione Piemonte e il Comune di Torino per chiedere garanzie sulle fabbriche di Mirafiori e Grugliasco.

"La lettera congiunta è già un successo: finalmente Fca torna al centro del l'agenda politica e sindacale", ha commentato Federico Bellono, segretario provinciale Fiom. "L'assenza di interlocuzione tra le istituzioni locali e l'azienda va colmata rapidamente se è vero che occorre capire le intenzioni di Fca per gli stabilimenti piemontesi prima della presentazione del piano di giugno".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE