Vicenza-Padova, scontri tra ultras: decine di perquisizioni

Barsaba Taglieri
Marzo 7, 2018

La Polizia di Stato sta effettuando decine di perquisizioni nei confronti di gruppi di ultras padovani coinvolti negli scontri dello scorso 27 gennaio, in occasione dell'incontro di calcio Vicenza-Padova.

Padova, gli scontri degli ultras contro il Vicenza Padova, gli scontri degli ultras contro il Vicenza ripresi dalla polizia il 29 gennaio scorso. Ecco le immagini degli scontri fuori dallo stadio di Vicenza. Le perquisizioni sono avvenute su delega del Sostituto Procuratore della Repubblica di Vicenza, dott.ssa Maria Elena Pinna, ed inoltre, sono state iscritte nel registro degli indagati quattro persone per il reato di resistenza a pubblico ufficiale, commesso sempre durante la partita suddetta.il Questore di Vicenza, Giuseppe Petronzi, si è subito adoperato avviando le procedure di Daspo, ovvero, il divieto di accesso ai luoghi dove si svolgono manifestazioni di tipo sportivo. Nel complesso il numero complessivo degli indagati per i fatti in questione ammonta a 20 persone, tutti ultras del Padova.

Le indagini sono condotte dalle Digos delle Questure di Padova e Vicenza.

L'azione di contenimento della Polizia permetteva di vincere la violenza dei tifosi, contenendoli all'interno dell'area loro assegnata. Negli incidenti erano rimasti feriti altri tre agenti. I disordini sono quindi proseguiti all'interno dello stadio Romeo Menti, dove alcuni tifosi padovani hanno dato vita a dei gesti di estrema destra, lanciando petardi e fumogeni sul terreno di gioco.

Al termine dell'incontro, nelle fasi di deflusso della tifoseria ospite, sugli spalti del settore occupato dai padovani, veniva esposto uno cartello di cartoncino dai contennuti antisemiti. Sollevato poi il carrtello con la scritta "LOREGGIA", diventava visibile quello con i contenuti antisemiti.

L'espressione usata nel cartello, per l'evidente richiamo al romanzo di Primo LEVI fatto peraltro il 27 Gennaio in cui ricorre il "Giorno della Memoria", è interpretabile come provocazione alla tifoseria vicentina attraverso il malcelato e gravissimo riferimento alle vittime dell'Olocausto. Per quanto riguarda i 20 indagati, 4 sono residenti a Padova, 3 a Camposampiero, due a Mestrino, Vigonza e a Ponte San Nicolò, e infine gli altri a Saonara, Rubano, Maserà di Padova, Limena, Oderzo e Albignasego.

I poliziotti contestano agli indagati i reati di travisamento, possesso di oggetti atti ad offendere, lancio di materiale pericoloso in occasione di manifestazione sportiva; violenza/resistenza a pubblico ufficiale aggrevata, manifestazioni esteriori del disciolto partito fascista, lesioni personali aggravate.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE