Slovacchia: premier, 1 mln euro per notizie su reporter ucciso

Bruno Cirelli
Marzo 6, 2018

Ma possiamo ricostruire il mosaico di quello di cui si stava occupando. E Jan - raccontano al quotidiano romano - si stava occupando di quello. Aveva raccolto dati e informazioni. Sembrerebbe che Kociak stesse seguendo una pista che vedeva gestire fette importantissime di questo denaro da italiani legati alla 'ndrangheta.

Kuciak aveva 27 anni ed è stato assassinato nella sua casa di Velka Maca, una località ad ovest della Slovacchia, non troppo lontano da Bratislava, insieme con la fidanzata Martina Kušnírova, anch'essa 27enne. "I servizi segreti (slovacchi ndr.) hanno già i nomi dei criminali; sia Jan che io lavoravamo a partire da documenti filtrati dall'intelligence", ha scritto Nicholson in un articolo per Politico.

Il capo dell'unità investigativa del sito dove Kuciac lavorava ha dichiarato che il lavoro per cui il reporter è stato ucciso raccontava una serie di "attività delle persone legate alla 'ndrangheta e alle loro attività in Slovacchia, in particolare ciò che riguarda l'ottenimento di fondi europei, di diversi contratti governativi, di possibili sospetti di frodi fiscali, estorsioni e altri reati violenti".

Il primo ministro slovacco, Robert Fico, ha disposto una taglia di un milione di euro da assicurare a chiunque fornisca informazioni sull'assassinio dei due giovani. Proprio contro Kocner, Kuciak si era scagliato nei giorni scorsi su Facebook raccontando di aver sporto denuncia perché era stato minacciato.

Da Bruxelles arrivano invece richieste di chiarimenti nei confronti del premier slovacco Robert Fico: che fine hanno fatto i 15 miliardi stanziati in sette anni dall'Ue per l'agricoltura in Slovacchia? Jan Kuciak aveva, nel suo reportage, sottolineato questi frequenti contatti con la criminalità organizzata calabrese e a quel punto l'obiettivo della 'ndrangheta era diventato uno soltanto: zittire il reporter.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE