Morte Renata Rapposelli, arrestati il marito e il figlio

Bruno Cirelli
Marzo 6, 2018

Svolta nell'inchiesta sulla morte della pittrice abruzzese Renata Rapposelli, scomparsa da Giulianova (Ancona) il 9 ottobre del 2017 e ritrovata morta a Tolentino (Macerata).

Arrestati all'alba dai carabinieri l'ex marito di Renata Rapposelli, Giuseppe Santoleri, e il figlio Simone, entrambi indagati per l'omicidio della pittrice di 64 anni. Lo conferma il loro legale. Secondo l'avvocato, per competenza il procedimento e stato assegnato dal gip del tribunale di Ancona a quello di Teramo. L'arresto arriva dopo una lunga serie di accertamenti in casa, nel l'auto, nei pc e nei cellulari.

Padre e figlio erano indagati per omicidio volontario e occultamento di cadavere, accusa avvalorata dai numerosi indizi raccolti nei loro confronti, decisivi, inoltre sono stati i filmati delle telecamere di una stazione di servizio sulla ss 77 Valdichienti e all'altezza della rotatoria di Porto Sant'Elpidio. Il racconto dei due uomini sul viaggio fatto da Giuseppe e Renata verso Loreto nel primo pomeriggio del 9 ottobre, giorno della scomparsa, per chi indaga non è verosimile. L'appartamento dove la pittrice viveva ad Ancona era stato perquisito e poi posto sotto sequestro.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE