'Ndrangheta, arrestato latitante in Germania: uomo di spicco della cosca Gallico

Paterniano Del Favero
Marzo 5, 2018

E' stato catturato un latitante di Palmi. A catturare il malvivente i carabinieri di Reggio Calabria, supportati dalla polizia tedesca. Indosso ad entrambi sono stati trovati dei documenti d'identità con false generalità. Ricercato con mandato di cattura europeo per associazione mafiosa ed estorsione aggravata.

È finita dopo quasi cinque anni la latitanza di Emanuele Cosentino, 32enne di Palmi ritenuto elemento dispicco della cosca di 'ndrangheta dei "Gallico", attiva per lo più nella zona tirrenica reggina ma con ramificazioni in ambito tanto nazionale quanto internazionale. Cosentino è stato fermato mentre era alla guida di un'auto con targa tedesca. Nella vettura c'era anche sua moglie, che di recente aveva raggiunto il marito da Palmi.

L'esito positivo dell'operazione è stato favorito, in maniera determinante, dalla cooperazione avviata con la polizia tedesca del Saarlander, sotto l'egida del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia (SCIP), cooperazione che ha consentito di capitalizzare le acquisizioni investigative dei Carabinieri di Reggio Calabria. L'uomo era stato recentemente inserito nell'elenco dei "Latitanti pericolosi": come hanno documentato le indagini a suo carico. Dal 2011, dopo i provvedimenti cautelari che avevano raggiunto il "reggente" del gruppo criminale, Domenico Nasso, Cosentino si era sostituito a lui nella gestione delle attività estorsive. I carabinieri hanno tuttavia notato che Cosentino continuava a sentire la famiglia e, del resto, il suo ultimo figlio, il quinto, era nato proprio durante la latitanza.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE