Elezioni 2018 collegi: Pd, sconfitta clamorosa per Minniti e Franceschini

Bruno Cirelli
Marzo 5, 2018

Il successo del Movimento 5 Stelle a livello nazionale si riflette sui collegi uninominali. Un pugno di sezioni scrutinate in alcuni casi, ma nei collegi uninominali 'caldi' ci sono percentuali che non fanno dubitare sicuri successi.

Ad Acerra, alla Camera Luigi Di Maio vola con il 64,8% con Vittorio Sgarbi fermo al 20,4%, quando sono state scrutinate oltre 100 sezioni sezioni su 251. Ottima perfomance anche per Roberto Fico a Napoli Fuorigrotta. Per quanto riguarda il Pd, a Firenze Matteo Renzi al 44% con ampio distacco sul candidato del centrodestra Alberto Bagnai al 25,3. Alla Camera, nel collegio 01 di Bolzano, nonostante le sezioni siano ancora poche, per Maria Elena Boschi si profila una vittoria larga: per la ministra Pd si va oltre il 67% di consensi.

In bilico anche Marco Minniti a Pesaro: a quasi 200 sezioni su 268, il ministro dell'Interno è piazzato terzo in classifica sotto il 30% con il grillino Andrea Cecconi (invischiato in Rimborsopoli) con oltre il 34%. L'elezione della candidata del M5S rappresenta la grande sorpresa della tornata elettorale nella piccola regione alpina. Il ministro dei Beni e delle Attività Culturali Dario Franceschini è stato nettamente sconfitto dalla sua sfidante del centrodestra, Maura Tomasi.

Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan è in una corsa serrata con il candidato della Lega nel collegio di Siena. Al terzo posto il candidato M5s Leonardo Franci, con il 21,8%.

Nell'uninominale per la Camera di Milano, collegio 12, Bruno Tabacci guida la corsa per il centrosinistra col 41%.

Mazzata per Massimo D'Alema (LeU) nel collegio pugliese di Nardò: l'ex premier al momento non va oltre il 4% in una sfida dominata da Barbara Lezzi (M5S), che quando sono scrutinate 397 sezioni su 564. è nettamente avanti con quasi il 40%.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE