Elezioni politiche 2018, Camera: i risultati nel collegio uninominale Toscana 11-Poggibonsi

Barsaba Taglieri
Marzo 4, 2018

Non vorrete bagnare l'esordio con un ingresso in caserma, vero?

Dove poter rinnovare la tessera elettorale? Qui prendiamo in considerazione la scheda che avrà la maggioranza dei cittadini. Le soglie di sbarramento sono del 10% per le coalizioni.

Alla Camera il collegio uninominale più rosa è quello 07-Bologna Casalecchio con 9 donne su 11 candidati. Di questi 27 si sono presentati sia in un collegio uninominale che in un collegio plurinominale mentre 7 sono in lizza in entrambi i collegi plurinominali (Emilia-Romagna 01 e Emilia-Romagna 02). Ruffilli sembra presentare il profilo grillino per antonomasia, anche se, va detto, è stato ripescato da Di Maio, perché il numero di clic ricevuto alla parlamentarie non è stato sufficiente.

Grazie a Renzi e a Grasso, capaci di auto-eliminarsi da domenica e molti anni a venire, Osimo si ritrova con la concreta possibilità di essere rappresentato, da qui a breve, ai massimi livelli istituzionali: PAZZAGLINI al senato, LATINI in Comune e - grazie a questi eventi - grosse cose si annunciano già verso la Regione, mai come nel 2020 accessibile ad un cambio di casacca dopo un feudalesimo del Centro-Sinistra marchigiano durato mezzo secolo, ovvero fin dal 1970 con l'istituzione della Regione Marche. Il voto è valido anche se si appone il segno sia sul candidato uninominale che sulla lista o su una delle liste collegate.

Il centrodestra nel collegio Alessandria-Novi-Tortona-Ovada candida all'uninominale l'alessandrino Riccardo Molinari, vicesegretario nazionale della Lega.

Una delle maggiori novità di queste Elezioni 2018 per chi si appresta al voto è rappresentata dalla presenza sulla scheda elettorale del tagliando anti-frode.

Così come è stata espressa condivisione sulla necessità d'intervenire su alcuni nodi chiave che strozzano l'attività alberghiera, rendendola meno competitiva rispetto a quella di altre aree alpine, come l'Austria e la Svizzera. Il tagliando antifrode riporta un codice alfanumerico, come riferiscono le indicazioni per gli operatori ai seggi pubblicate online sul sito del Viminale. Per la prima volta non si metterà la scheda nell'urna ma sarà il presidente di seggio a farlo.

Se si barra il nome del candidato il voto verrà distribuito alle liste collegate in proporzione ai voti che ciascuna lista ha ottenuto nelle diverse sezioni del collegio uninominale; mentre barrando sul simbolo del partito il voto si estende automaticamente anche al candidato del collegio uninominale che è sostenuto dal partito prescelto. Ecco una mappa sulle elezioni e su come votare. In un sistema proporzionale l'attenzione si concentra sui gruppi politici più affini alle proprie idee, in uno maggioritario invece sui candidati. Si voterà solo un giorno, dalle 7 del mattino alle 23 in 187 seggi elettorali della città, più nove seggi cosiddetti speciali per consentire di votare chi si trova presso strutture di cura e detenzione. La legge prevede un sistema elettorale misto sia alla Camera che al Senato: un terzo dei seggi è assegnato con il sistema maggioritario e due terzi con il sistema proporzionale. Nella stessa scheda, nella parte sottostante - dedicata ai colleghi plurinominali - sono riportati il contrassegno di ciascuna lista o coalizione di liste collegate al candidato del collegio uninominale. Il listino è bloccato, quindi non valgono le preferenze.

Per quanto riguarda i collegi uninominali della Camera dei Deputati due quelli che riguardano la provincia di Pisa: il collegio Toscana 10-Pisa e il collegio Toscana 11-Poggibonsi.

Le elezioni 2018 sono ormai dietro l'angolo. Per il Senato è gialla. Non è invece possibile il voto disgiunto, cioè votare per un candidato uninominale e, nel contempo, per una lista collegata a un altro candidato.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE