Inter, Spalletti: "Icardi? Problema all'adduttore, ci sarà nel derby. Poi su Brozovic…"

Rufina Vignone
Febbraio 25, 2018

L'allenatore nerazzurro ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Inter - Benevento, match che si giocherà domani sera alle 20,45 allo stadio San Siro di Milano. "Può variare il nostro vertice, alto o basso, ma di base il nostro gioco è imperniato su questo modulo". Dobbiamo credere in quella che è la nostra forza. Non possiamo disperdere le nostre energie andandole a suddividere per la lunghezza del campionato. "Le parole di Antonello e Sabatini mi hanno fatto estremamente piacere, e non per i giudizi positivi su di me. Valutiamo domani dopo le analisi". Secondo me la vittoria è meritata, seppur arrivata a fatica. Le nostre difficoltà attuali non hanno il nome di un componente della squadra. Dentro la società abbiamo dei ruoli e persone che la coprono totalmente, e ognuno ha la sua totale competenza nel proprio ruolo. "Abbiamo giocato meglio nella ripresa, facendo appello alle cose più importanti". Successivamente, Spalletti, difende il suo gruppo e crede nella rinascita:"In settimana ho visto nel gruppo la ricerca di soluzione e l'assunzione di responsabilità".

Senza impegni di coppa ti aspettavi qualcosa di più dal punto di vista fisico: "Quelli che giocano le coppe spesso cambiano quindi il numero di partite accumulate è quasi per tutti lo stesso".

Da qui alla fine si aspetta da qualcuno dei presunti leader un atteggiamento da vero trascinatore? .

Giungono buone nuove da Appiano Gentile: questa mattina Mauro Icardi e il difensore brasiliano Miranda hanno sostenuto l'allenamento con il gruppo.

"Sì, ma non conta la quantità, conta la qualità, la ferocia, contano le vampate della corsa. Se arrivi e arrivi in ritardo, dici io sono venuto all'appuntamento, sì, ma intanto è già passato un altro". Perché i tifosi devono crederci ancora? Vuol dire che si sono spese tante belle parole, ma che ora è il momento di fare punti.

RANOCCHIA: "VITTORIA DI CARATTERE" - Tra i migliori in campo, Ranocchia sorride: "E' stata una partita difficilissima, ma abbiamo tirato fuori il carattere e siamo riusciti a portare a casa tre punti fondamentali". E quello è un discorso di sintesi. Ragazzo perchè ha età diversa dalla mia, ha competenza e delle imposizioni e si fida di noi. Ci sono video in allenamento che lo testimoniano.

Le condizioni di Miranda: "Difficile possa giocare i novanta minuti, anche se sta molto bene". E' il clima suo che diventa fondamentale. "Questa è la cosa più importante, la voglia di fare tutto senza ricercare le cose parziali".

Non conta quanto si corre, ma come si corre.

"Stiamo attraversando sicuramente un periodo devastante, bruttissimo, ma non siamo con la depressione addosso che ti uccide e che non ti fa reagire".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE