Inter-Benevento, Luciano Spalletti: "Non siamo tranquilli. Vittoria meritata"

Rufina Vignone
Febbraio 25, 2018

Le azioni, come al solito, arrivavano timidamente sull'esterno dove i terzini (più Cancelo che D'Ambrosio) provavano a crossare senza, però, mettere in imbarazzo la linea difensiva del Benevento che, gol a parte, ha tenuto egregiamente la partita senza lasciare occasioni grandi all'Inter. Succede a San Siro nel secondo anticipo della 26ma giornata.

Sono serviti i gol dei difensori all'Inter di Luciano Spalletti per avere la meglio sul Benevento ultimo in classifica: i colpi di testa di Skriniar prima e Ranocchia poi sono risultati decisivi nel 2 a 0 finale dei narazzurri.

I nerazzurri, in attesa di Sassuolo-Lazio e Roma-Milan, tornano al terzo posto in classifica, dietro agli irraggiungibili Napoli e Juve. "Vincere è importantissimo per tutti, è attraverso le vittorie che possiamo riprendere il nostro cammino, che poi dev'essere una marcia".

E ancora: "Era una gara molto difficile, loro giocano bene, avevano fiducia".

L'allenatore nerazzurro ha poi commentato la partita così: "Abbiamo vinto meritatamente". Certo, noi non stiamo reagendo bene alle difficoltà, non stiamo dimostrando personalità. "Contro il Milan sarà in campo dal primo minuto". Le sviste a volte ti avvantaggiano e a volte ti penalizzano, in questo caso ci hanno penalizzato. Da vero capitano non giocatore ha abbracciato Ranocchia dopo il 2-0, ha fatto lo stesso - molto prima e a bordo campo - con Brozovic, spegnendo così una polemica presunta basata solo su pettegolezzi.

Il prio tempo dell'Inter è stato probabilmente il peggiore dell" intero campionato: "zero le conclusioni verso la porta difesa da Puggioni, inoperoso se non in fase di manovra, dato che è stato di certo il Benevento a farsi preferire dal punto di vista del gioco e a costruire con Coda, bravo Handanovic nella circostanza, la migliore occasione per aprire le marcature.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE