Berlusconi: "Il 1 marzo sì a un evento unitario del centrodestra"

Paterniano Del Favero
Febbraio 25, 2018

Nel centrosinistra Matteo Renzi (Partito Democratico), apparentemente conta 3,3 milioni di follower ma i dati del CNR dimostrano che, in realtà, gli utenti attivi sono solo 402'000 (12%), il resto (2,8 milioni, pari all'85%) sono utenti inattivi (non hanno prodotto alcun tweet negli ultimi 90 giorni) e/o fake (profili fittizi). Il 4 marzo si avvicina, i toni si infiammano, la campagna elettorale entra nel vivo. E questa mattina il leader di Forza Italia, partecipando a "Coffee Break" su La7 ha dato la sua disponibilità: "Non ho niente in contrario a partecipare se c'è una manifestazione del centrodestra; finora non ho partecipato perchè ho ritenuto che il mio tempo poteva essere meglio impiegato con interviste radiofoniche e, sui giornali o in tv". "Poi, e ora sono serio, se i parlamentari di qualsiasi schieramento condividdessero qualche nostro provvedimento non potrebbe che farmi piacere: è quel che noi abbiamo fatto stando all'opposizone". "Un investimento" avvenuto sotto gli occhi di Antonio Tajani, presidente del Parlamento europeo.

Berlusconi, poi, sottolinea una certa delusione per la carriera politica di Matteo Renzi: "Su lui avevamo riposto speranze - ha commentato durante il faccia a faccia con Tommaso Labate - ma ci ha deluso". Il leader leghista, infatti, vede se stesso come possibile premier in caso di vittoria del centrodestra, nell'ipotesi in cui sia la Lega ad essere il più votato tra i partiti della coalizione. Qualora toccasse a Forza Italia, Tajani sarebbe la prima scelta. "Altri nomi non ne faccio, non voglio gettare nessuno nel tritacarne mediatico".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE