Atalanta, Gasperini: 'Bianconeri i più forti, difficile qualificarsi. Petagna ha un problema...'

Rufina Vignone
Febbraio 25, 2018

"Il fatto che sia un appuntamento così importante per l'Atalanta è sicuramente motivo di orgoglio, però per noi resta una partita di calcio e come tale va interpretata e preparata", ha dichiarato il tecnico nerazzurro Gian Piero Gasperini. La qualificazione alla prossima Europa League? Usciamo dispiaciuti e arrabbiati ma non delusi, dobbiamo essere orgogliosi di quello che abbiamo fatto. La Juve ha perso Higuain ma rientra Dybala, ha perso Bernardeschi ma rientra Mandzukic. "Sono la squadra più forte, non sono primi solo perché il Napoli sta facendo un campionato straordinario". "E' stata comunque una bellissima esperienza, ora bisogna guardare oltre". Il primo di due appuntamenti consecutivi, considerando anche il ritorno della semifinale di Coppa Italia in programma mercoledì pomeriggio.

In ottica formazione cambierà molto rispetto all'Europa League e si vedrà un'Atalanta stravolta in vista della Coppa Italia, obiettivo ancora raggiungibile dopo la semifinale d'andata persa 1-0 a Bergamo. È nell'ordine delle cose, guardiamo in casa nostra - commenta Gasp, cresciuto come giocatore e tecnico proprio in casa bianconera -. "L'unico che ha un po' di acciacchi è Petagna". "Che squadra sia la Juventus lo dicono i numeri". "Ci giochiamo tutto quello che c'è: a febbraio siamo ancora dentro in due competizioni su tre con 38 punti in campionato - conclude Gasperini -".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE