Bancarotta, Coppola condannato a 7 anni

Bruno Cirelli
Febbraio 24, 2018

Ancora una condanna in primo grado per Danilo Coppola, l'immobiliarista romano tra i protagonisti dell'indagine sui 'furbetti del quartierino' e arrestato tre volte, l'ultima delle quali nel maggio di due anni fa.

Il Tribunale di Milano ha condannato a 7 anni di carcere Danilo Coppola, l'immobiliarista noto come uno "dei furbetti del quartierino" all'epoca delle scalate bancarie. Le due procedure fallimentari sono assistite dagli avvocati Davide Sangiorgio, la prima, e da Salvatore Scuto e Andrea Garello, la seconda. Lo hanno stabilito i giudici che, a garanzia dei crediti risarcitori, hanno ordinato che sia mantenuto il "sequestro" di alcuni immobili già sequestrati nel settembre 2016.

Coppola è stato inoltre assolto per il reato di sottrazione fraudolenta di beni al fisco e per l'aggravante del carattere transnazionale. Alcuni reati minori sono stati dichiarati prescritti. E' finito imputato per bancarotta in relazione a una serie di fallimenti, tra cui quello della società Porta Vittoria Spa. Quindi e' atteso il secondo round.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE