Tasse auto, prelievo fiscale choc su 42,8 milioni di veicoli

Paterniano Del Favero
Febbraio 19, 2018

Gli automobilisti sono tra le categorie più tartassate d'Italia. A metterlo in evidenza è stata l'Associazione degli artigiani della Cgia di Mestre che, attraverso il proprio Ufficio Studi, ha calcolato che sulle auto il prelievo fiscale annuo ammonta complessivamente a ben 73 miliardi di euro. E' la fotografia drammatica scattata dalla Cgia di Mestre. Solo con queste tasse, infatti, l'Erario incassa annualmente 34,8 miliardi di euro, ovverosia poco meno della metà dei 73 miliardi di euro complessivi che annualmente gravano sul settore auto. Per ogni litro di gasolio che acquistiamo alla pompa, il 63 per cento circa del prezzo è riconducibile al peso del fisco. Ma pesa come un macigno pure l'Iva sulla manutenzione e riparazione/acquisto di ricambi, accessori e pneumatici.

Non si tratta certamente di cifrette: dal 2016 ad oggi il gettito fiscale è aumentato di due punti percentuali, precisamente del 10,1 per cento che tradotto in soldoni significa ben 6,7 miliardi di euro in più da versare nelle casse del #fisco da milioni di contribuenti che nel frattempo devono vedersela con crisi economica ed inflazione ormai da anni.

Invece l'Iva sull'acquisto degli autoveicoli è costata poco più di 7 miliardi di euro (9,8%), mentre il bollo auto ha assicurato alle amministrazioni regionali 6,6 miliardi (9,1%) e l'imposta di trascrizione ha permesso di incassare 1,7 mld alle Province.

Le imposte sui parcheggi e sulle contravvenzioni hanno garantito un gettito di 5,6 miliardi (7,7 per cento del totale), quelle sui premi di assicurazione Rc auto quasi 3,9 miliardi di euro (5,3 per cento del totale). Infine, un altro miliardo arriva dai lubrificanti, imposte e accise.

I dati della Cgia non dettagliano quanto lo strumento fiscale sia utilizzato dal Paese come leva per incentivare o finanziare altre forme di trasporto. L'elevato tasso di motorizzazione presente in Italia è in parte imputabile anche alla bassa qualità ed efficienza del trasporto pubblico urbano.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE