Embraco, Calenda: part time non accettabile, no a licenziamenti

Paterniano Del Favero
Febbraio 19, 2018

E invece dai vertici di Whirlpool (che controlla Embraco) è arrivato il pollice verso. Ad affermarlo è il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, in merito all'incontro sulla trattativa Embraco. "L'azienda ci ha risposto negativamente- riferisce Calenda- non si capisce questo atteggiamento perché la differenza tra la loro proposta e la nostra non è materiale se non fosse che con la cassa integrazione si consente un percorso di reindustrializzazione in continuità e questo è molto importante perché ci sono imprenditori interessati".

"Ho parlato per telefono con i consulenti della Embraco e gli ho spiegato che la loro proposta, che prevede il passaggio per il lavoratori al part-time, non è accettabile". "Da azienda si conferma atteggiamento di totale irresponsabilità". "Ho fatto una controproposta e aspetto una risposta prima di incontrare l'azienda" aveva detto Calenda a margine di un accordo con la Regione Toscana. "Se hanno dubbi interpretativi sono disponibile a scrivere una lettera di mio pugno rassicurandoli". Il ministro ha rilevato una "totale mancanza di attenzione al valore delle persone "da parte della multinazionale sottolineando di trovarsi "di fronte ad uno dei peggiori casi" di crisi aziendale".

Ma perchè la multinazionale che produce compressori per i frigoriferi della Whirlpool non intende ritirare i quasi 500 licenziamenti? "Quando dicono che devono per forza licenziare ora perché altrimenti hanno un problema con la borsa non mi era mai capitato di sentirlo. Nel frattempo attiviamo urgentemente un lavoro con Invitalia per cercare di trovare un percorso di reindustrializzazione in tempi molto brevi perché abbiamo poco piu di un mese di tempo".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE