Atalanta, turn over oppure no? Gasperini con tanti dubbi di formazione

Rufina Vignone
Febbraio 18, 2018

Dal canto suo la Fiorentina, dopo il disastro contro il Verona, ha mostrato segni di ripresa ma per coltivare ancora ambizioni europee serve un deciso cambio di passo. "Vedremo". I viola non recuperano ancora Laurini, ma anche Saponara ha un affaticamento muscolare e solo domani Pioli deciderà se portarlo in panchina. "La classifica dice che per la qualificazione all'Europa League è una corsa a eliminazione", ha dichiarato il tecnico in conferenza stampa. Dietro dovrebbe giocare Palomino, concedendo un turno di riposo a Toloi, che a Dortmund ha vissuto una serataccia, oppure a Masiello.

Inevitabile un'analisi più approfondita del ko di Dortmund: "Il rammarico è di non averla chiusa e di aver perso in quel modo, non per lo spirito con cui l'abbiamo affrontata".

Si parla poi della squadra di Pioli e della situazione infermeria in casa Atalanta, per fortuna non troppo affollata: "La Fiorentina è una squadra di valore, anche se non sta attraversando un buon momento". La prestazione contro la Juventus, pur in una partita persa 2-0, ha comunque portato motivi per essere fiduciosi in vista del futuro, a patto ovviamente che il livello di gioco sia lo stesso in ogni partita e non solo contro le big del nostro campionato, dove le motivazioni sono per forza di cose maggiori. A parte Rizzo, comunque vicino al recupero, c'è Cornelius con qualche linea di febbre e Caldara con la mascherina per il naso. "Ma la squadra intera è praticamente a disposizione".

Dico teorico perché sembra quasi che quest'anno la compagine orobica si esprima meglio lontano da Bergamo che non sul proprio terreno.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE