Uber e Waymo, fine della battaglia legale

Barsaba Taglieri
Febbraio 17, 2018

Obiettivo quindi raggiunto per Waymo, azienda del gruppo Alphabet e quindi appartenente alla galassia Google: quello di evitare che proprie tecnologie potessero in qualche modo finire all'interno di soluzioni tecnologiche sviluppate da Uber.

In realtà, Waymo ne esce ugualmente avvantaggiata, nonostante l'accordo preveda un risarcimento economico molto più basso del miliardo di dollari richiesto inizialmente. Waymo aveva fatto causa a Uber un anno fa, sostenendo che i segreti commerciali e la tecnologia delle auto robotiche erano stati forniti da degli ex dipendenti. Waymo, e la società controllata di Google, ottiene una quota dello 0,34% della società di trasporto, per un valore di circa 245 milioni di dollari.

Con questa conclusione i programmi per la guida autonoma delle due compagnie rimangono pressoché gli stessi di prima con Waymo davanti a Uber. "E se da un lato non saremo sempre d'accordo da qui in avanti, dall'altro concordiamo che l'acquisizione di Otto da parte di Uber avrebbe potuto essere gestita diversamente".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE