Turchia, lo scrittore Altan condannato all'ergastolo

Bruno Cirelli
Febbraio 16, 2018

Il 16 febbraio, nel giorno in cui la giustizia della Turchia mostrava cosa pensi della libertà d'espressione condannando all'ergastolo lo scrittore Ahmet Altan, l'economista Mehmet Altan (fratello di Ahmet), la giornalista Nazlı Ilıcak e gli altri tre imputati Sukru Tugrul Ozsengul, Yakup Simsek e Fevzi Yazici, si sono aperte le porte per Deniz Yűcel, il corrispondente da Istanbul del quotidiano tedesco "Die Welt". Al momento, il giornalista è ancora in un tribunale, ma nessun divieto di lasciare il Paese è stato imposto e Yücel resterà a disposizione delle autorità turche fino a che il processo giungerà alla sua fase finale. Nell'immagine il giornalista ha tra le mani un mazzo di fiori.

"Finalmente! Finalmente! Finalmente! Deniz è libero!", ha twittato la moglie, Dilek Mayaturk-Yucel. Si fa la guerra e si perseguitano tutti coloro i quali, fino a non molto tempo fa, sembravano aderire all'azione dell'Akp, il Partito che guida la Turchia dal 2002, verso quella che veniva spacciata come una strada pienamente democratica. E dopo appelli su appelli dello Stato tedesco con il sostegno della comunità internazionale, finalmente Ankara ha deciso di liberarlo. "Questo dimostra forse che il dialogo non è sempre inutile".

Il portavoce ha ringraziato la magistratura turca e ha detto che il ministro federale degli Esteri Sigmar Gabriel (Spd) ha compiuto "un intenso sforzo negli ultimi giorni per contribuire a una soluzione".

Il caso è ha rappresentato negli ultimi mesi una spina nel fianco nelle relazioni diplomatiche tra i due Paesi.in relazione alla Turchia. La sua liberazione giunge a meno di 24 ore dalla visita del premier turco Binali Yildirim in Germania, dove ha incontrato la cancelliera Angela Merkel. Yucel, di passaporto turco tedesco, era stato accusato di essere una spia per conto dei curdi del Pkk dallo stesso presidente turco Recep Tayyip Erdogan. "Il primo ministro turco aveva già indicato, anche in numerose interviste, che avrebbe potuto esserci una rapida svolta nell'ambito della procedura giudiziaria".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE