Macerata: i nigeriani restano in carcere

Bruno Cirelli
Febbraio 15, 2018

Desmond ha risposto alle domande del gip, Lucky si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Rimangono in carcere Desmond Lucky e Awelima Lucky, i due ragazzi nigeriani fermati domenica per la morte di Pamela Mastropietro, la 18enne romana scomparsa da una comunità di recupero di Macerata il 29 gennaio scorso e ritrovata senza vita, con il corpo fatto a pezzi, due giorni dopo a Pollenza. I due legali attendono ora di leggere l'ordinanza del gip, Giovanni Maria Manzoni, di convalida del fermo operato dai carabinieri del Comando provinciale di Macerata coordinati dalla locale Procura. Di certo - come ha detto lo stesso avvocato Borgani - il Gip " ha convalidato con un provvedimento molto motivato". Le risposte del Ris saranno decisive per attribuire eventuali responsabilità dei quattro uomini indagati, in particolare dei tre nigeriani fermati per omicidio, vilipendio, distruzione, occultamento di cadavere e spaccio. Lucky Awelima "non risponderà alle domande" del gip, aveva anticipato all'Adnkronos l'avvocato Giuseppe Lupi. Intanto il quarto indagato, a differenza degli altri, mostra un atteggiamento "collaborativo". Finora questo quarto indagato è stato considerato quasi più un testimone che altro. A seguire saranno interrogati tutti gli altri indagati comprese anche le persone che sono detenute agli arresti domiciliari. Tra le ipotesi c'è pure quella di un tentativo di violenza sessuale finita in tragedia, ma solo i risultati degli esami medico legali sui reperti potranno dare concretezza a questi sospetti.

Coltelli da cucina e una mannaia sono stati sequestrati nella casa di via Spalato.

"Sul telefonino vedevo solo il volto di Innocent - ha spiegato - ma sentivo distintamente la voce di altri due".

Sono rimasti tutti in silenzio alcuni degli indagati dell'operazione Super Job condotta nei giorni scorsi dalla Guardia di Finanza tra Aprilia, Cisterna e Latina e che ha portato all'arresto di 18 persone per associazione per delinquere e poi emissione di fatture false per operazioni inesistenti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE