Isola dei famosi, nuova eliminazione: Francesca Cipriani dovrà abbandonare il programma?

Ausiliatrice Cristiano
Febbraio 15, 2018

Sarebbe per questo che la soubrette famosa per le sue curve generose potrebbe dover abbandonare l'Isola e dire addio al suo sogno di un0ulteriore mastoplastica additiva.

Giorni addietro la Rigato, anche lei ex frequentatrice degli scalmanati party a Villa San Martino, accusata di corruzione in atti giudiziari, fallace testimonianza e indagata in un altro caso ancora in corso di svolgimento per tentata estorsione nei riguardi di Silvio Berlusconi, ha voluto chiedere la possibilità di avere il processo abbreviato con la testimonianza di Francesca Cipriani - in merito ad alcune telefonate agli atti - e quella di un manager di Rti, in relazione ad un contratto lavorativo che lei aveva firmato. Tanto meno si può attivare un'improbabile rogatoria internazionale per ascoltarla come testimone.

La richiesta di processo abbreviato è stata inoltrata all'udienza preliminare davanti al gup Maria Vicidomini, in uno degli step del famigerato "caso Ruby", che vede incriminato anche il cavaliere Silvio Berlusconi. La paura per gli effetti collaterali causati dall'operazione ai glutei (le protesi sono esplose e lei ha rischiato la vita) non l'hanno scoraggiata, anche perché la Cipriani ha dichiarato di voler diventare una Barbie umana proprio come Pixee Fox. Una richiesta diversa dalla linea tenuta finora dalle altre giovani, secondo l'accusa, stipendiate dall'ex Cavaliere per testimoniare il falso nei processi sul caso Ruby.

Nel caso l'istanza venisse accolta dal gup (l'imputata potrebbe anche chiedere e ottenere, semmai, l'abbreviato 'semplice', non condizionato a deposizioni) si arriverebbe in tempi rapidi ad una prima sentenza sul caso Ruby ter. Così sarà fino alla fine del programma o almeno fino a quando non verrà eliminata da L'Isola dei Famosi. La difesa potrebbe benissimo, secondo i pm, depositare un verbale difensivo scritto con la testimonianza a cui è interessata. Al centro della tranche in udienza preliminare ci sono i versamenti più recenti dell'ex premier (anche già a processo a Milano con altri 23 imputati, prossima udienza il 7 maggio), fino all'autunno 2016, a Aris Espinosa, Elisa Toti, Miriam Loddo e alla stessa Rigato in cambio del loro silenzio nei processi. Ad oggi il legale di Berlusconi ha domandato al gup che venga annullata parte degli atti che devono ritornare nelle città di Monza e Treviso. I pm si sono opposti evidenziando anche un "paradosso": nel procedimento Ruby ter a Torino, infatti, la stessa difesa di Berlusconi ha chiesto che gli atti tornino di nuovo a Milano.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE