Calci e pugni ai Carabinieri: arrestato dopo lite in un locale

Bruno Cirelli
Febbraio 15, 2018

Secondo la ricostruzione dei militari dall'Arma, i due avrebbero bloccato Crisponi in sella al suo scooter, dicendo che li aveva investiti. Sono state fermate due persone, che corrispondono a quelle indicate dai presenti.

Un battibecco, una parola di troppo, un bicchiere in più ed ecco che in pochi istanti uno dei giovani è stato colpito dai due con calci e pugni, tanto da riportare una frattura al naso.

Sotto l'effetto della cocaina ha aggredito, prendendoli a calci e pugni, i militari che lo avevano fermato per un controllo a Manrupino, non distante dal valico di Fernetti in provincia di Trieste, mentre si trovava a bordo di un pullman. L'efferato omicidio è avvenuto nel pomeriggio di ieri, martedì 13 febbraio, intorno alle 17. A quanto pare, già in mattinata erano stati visti litigare. L'aggressione è durata alcuni minuti, Siddi e Farigu avrebbero anche spinto l'uomo contro il mezzo causandone lo schiacciamento.

Crisponi è finito a terra agonizzante, a quel punto i due sono fuggiti a piedi, allontanandosi dalla zona. I medici hanno tentato a lungo di rianimare il 56enne, ma non c'è stato nulla da fare.

Dopo essere stato immobilizzato, è stato condotto in caserma. Immediatamente sono giunti sul posto i carabinieri della Stazione di Capoterra, i colleghi della Compagnia di Cagliari e un'ambulanza. Sul luogo dell'omicidio è stato trovato anche un taglierino, ma non si sa se sia stato utilizzato nel delitto.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE