La Ducati va al ribasso con Jorge Lorenzo

Rufina Vignone
Febbraio 14, 2018

Da un lato, in termini sportivi, si concentra sulla messa a punto della nuova Desmosedici GP. Gli attuali contratti scadranno a fine 2018 e se per Andrea Dovizioso si è parlato di trattativa "complicata" dopo che il pilota forlivese ha chiesto un aumento di ingaggio in considerazione dei risultati raccolti nel 2017, Jorge Lorenzo sembra invece avere un posto sicuro a Borgo Panigale, visto l'importante investimento di due anni fa per strapparlo alla Yamaha.

Per come stanno le cose, il costruttore italiano è stato chiaro sulla sua idea di rinnovare sia Jorge che Andrea, nonostante lo scenario sia cambiato per entrambi, se teniamo a mente come sono andate le cose l'ultima volta che hanno firmato.

"La nostra intenzione e' continuare a lavorare con entrambi i piloti ma, prima di tutto, il nostro limite economico deve essere chiaro". "Ciò che è evidente è che la situazione è molto diversa rispetto al 2016". Quando abbiamo rinnovato Dovizioso, a metà del 2016, non aveva mai vinto con la Ducati.

Infine, il D.S di Borgo Panigale ha spinto il centauro verso un altro team ufficiale: "Danilo dovrebbe essere intelligente e cercare un team ufficiale". Ora abbiamo un pilota come Jorge, con uno stipendio molto alto ed un altro come Andrea, il cui contratto è interessante ma non allo stesso livello.

Il centauro delle Fiamme Oro ha anche aggiunto come il suo contratto preveda una clausola che gli potrebbe permettere di salire a bordo di una Desmo del team ufficiale. "Claudio Domenicali lo ha detto nel giorno della presentazione della squadra". "Non penso potremo dare a Jorge lo stesso stipendio di quando è arrivato" ha avvertito il direttore sportivo Paolo Ciabatti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE