Milano, spunta il biglietto del killer per Jessica: le faceva proposte sessuali

Bruno Cirelli
Febbraio 12, 2018

"Ciao bimba sai che tvb".

Un biglietto, con la calligrafia di Alessandro Garlaschi e una sorta di "confessione" sul movente che lo ha portato a uccidere barbaramente la giovanissima ragazza Jessica Faoro, uccisa a Milano la scorsa settimana nell'ormai famoso appartamento di via Brioschi. Poche parole dalle quali si evincerebbe l'inequivocabile interesse sessuale dell'uomo nei confronti della giovane Jessica. Il giudice Calabi, poi, ha ritenuto di applicare la misura cautelare in carcere per l'uomo visto il "concreto e attuale" pericolo di fuga.

Nel provvedimento si legge inoltre che il tranviere, accusato dell'omicidio della giovane, ha provato anche a sbarazzarsi, senza riuscirci, di "oggetti erotici" contenuti in due plichi a lui indirizzati. Lo scrive il gip Anna Calabi. Il gip ricostruisce che, la notte tra il 31 gennaio e l'1 febbraio, Jessica aveva richiesto l'intervento dei carabinieri perché aveva bisogno di ritirare i suoi "effetti personali" dalla casa di Garlaschi, di cui era ospite.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE