Ex militante M5S alle Iene: "In tanti mentono sui rimborsi"

Bruno Cirelli
Febbraio 12, 2018

Il fondatore de Le Iene, Davide Parenti, s'è già trovato altre volte in questa situazione, con lo stop di Mediaset alla messa in onda di un servizio. I due parlamentari sono stati intervistati dall'inviato del programma tv: in prima battuta avevano definito "disonesta" e "una presa per il culo" un'eventuale mancata restituzione.

Secondo le iene sarebbero una decina i parlamentari del Movimento Cinque Stelle che avrebbero falsificato la restituzione di parte del loro stipendio non versandolo al Fondo per il microcredito che finanzia la piccola e media impresa.

"Tra deputati e senatori siamo ad una doppia cifra, è un partito fatto di furbi e furbastri che tradisce la fiducia dei cittadini", ha detto l'ex militante M5s.

Perchè il servizio "incriminato" è quello sui finti rimborsi di due esponenti grillini, il deputato Andrea Cecconi e il senatore Carlo Martelli, al Movimento 5 Stelle. Venerdì scorso, poco dopo la diffusione delle prime voci sul servizio delle Iene, Cecconi e Martelli hanno annunciato che, se saranno eletti, si dimetteranno (cosa non semplicissima, al di là delle loro intenzioni). A entrambi Le Iene chiedono di contattare il programma dopo la verifica ma nessuno dei due parlamentari, spiega il programma nel servizio, si fa sentire.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE