Tutti su Marte al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia

Bruno Cirelli
Febbraio 11, 2018

Milano - Non c'è solo la Tesla rossa di SpaceX a viaggiare verso Marte ma i sogni, le ambizioni e le speranze di generazioni di scienziati che provano da sempre a dare una risposta alla madre di tutte le domande: siamo soli nell'Universo? La curatrice Viviana Panaccia e il direttore del Museo, Fiorenzo Galli.

"La mostra - ha aggiunto Galli - racconta quindi la storia del pianeta Marte e della sua diffusione nell'immaginario collettivo e la storia di quello che avverrà, in qualche modo".

Dopo un richiamo alla figura mitologica del dio Marte, un'introduzione dedicata alle prime osservazioni dei canali di Giovanni Schiaparelli e alla grande produzione di letteratura fantascientifica, il percorso espositivo illustra ciò che sappiamo del pianeta mediante dati e immagini acquisiti con le più avanzate tecnologie spaziali.

La mostra omaggia anche il programma europeo ExoMars, di cui la trivella italiana sarà letteralmente la 'punta di diamante' nel 2020.

Nel corso dei millenni l'uomo ha fatto passi da gigante in materia scientifica e spaziale fino ad arrivare ad uno sbarco sulla Luna e a missioni interstellari che hanno portato anche su pianeti non troppo distanti da noi, primo fra tutti Marte.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE