SERIE A, Poker del Napoli contro la Lazio

Rufina Vignone
Febbraio 11, 2018

Adesso, però, al cospetto dei partenopei, la temibile Lazio di Simone Inzaghi, che per caratteristiche fisiche e tecniche ha nelle corde le armi per provare a limitare il potenziale degli azzurri e frenarne la corsa in testa alla graduatoria. Vince il Napoli 4-1 e, come era accaduto all'Olimpico, gli azzurri ribaltano il risultato dopo essere andati in svantaggio per un gol di De Vrij. Il direttore di gara toscano ha già arbitrato quattro partite disputate tra la compagine biancoceleste e quella partenopea: in queste sfide il Napoli è riuscito ad ottenere bottino pieno. Eppure la Juve è ancora lì, appena un punto dietro. In porta Strakosha e difesa composta da Wallace, de Vrij e Radu.

"Noi cerchiamo di stare avulsi dalle sensazioni che arrivano dall'esterno sia negative che positive, conoscendo bene questo pubblico è più maturo di quello che si descriveva qualche anno fa". Lazio avanti proprio come all'andata col centrale olandese. Il resto della squadra è invariato: a sinistra dunque ecco Mario Rui in attesa del ritorno di Ghoulam, a centrocampo insieme a capitan Hamsik ci saranno Allan e Jorginho, che negli ultimi tempi hanno definitivamente preso il posto da titolari a scapito di Zielinski e Amadou Diawara. "Anche stasera siamo partiti bene nei primi due minuti prima del gol, ma andare sotto con la Lazio è problematico". Prima dell'intervallo José Maria Callejon pareggia i conti.

NAPOLI SHOW - Il secondo tempo si apre con la novità Zielinski al posto di Hamsik, vittima del mal di schiena.

Il Napoli di mister Maurizio Sarri, quindi, sembra essere favorito per la sfida del San Paolo. E lo stesso avverrà nel reparto d'attacco, con Callejon ed Insigne a supporto di Mertens. Nella ripresa i padroni di casa passano in vantaggio con l'autorete di Fortuna Wallace e il gol di Piotr Zielinski su tiro di Mario Rui.

Dries Mertens probabilmente ci sara' domani contro la Lazio. La Lazio scommise su di lui, non lo fece invece il Napoli, che preferì prendere Arek Milik dall'Ajax per 32 milioni piuttosto che investirne 8 su di lui, per sostituire il partente Higuain. A disp.: Vargic, Guerrieri, Bastos, Patric, Luiz Felipe, Caceres, Basta, Lukaku, Murgia, Crecco, Nani, Caicedo.

Reti: 3' pt De Vrij, 44' pt Callejon, 9' st aut.

Note: 37mila spettatori circa di cui 500 ospiti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE