Roma, la conferenza stampa di Di Francesco

Rufina Vignone
Febbraio 11, 2018

Una pressione che rischia di giocare brutti scherzi, perchè ci sta che, nonostante l'impegno e la buona volontà, il bosniaco possa non andare a segno all'Olimpico. De Rossi e compagni non vincono in casa da oltre un mese, ma stasera è vietato fallire. Potrebbero essere entrambi convocati, ci sono ottimi presupposti per il recupero. C'è anche Patrick Schick che rallegra le notti di Di Francesco, uno dei tecnici emergenti più interessanti e che per la prima volta si sta cimentando su una panchina in una delle piazze più esigenti d'Italia.

Se De Rossi non dovesse partire dal primo minuto, vedremo una Roma più offensiva? "Fazio sta bene dove sta, ossia in difesa".

Pensa di recuperare Gonalons per l'andata con lo Shakhtar?

L'ex Ct della Turchia, Fatih Terim, ha speso parole importanti per Under che con lui ha giocato anche da mezz'ala. Under ha caratteristiche, è un attaccante. Abbiamo bisogno dei gol di Dzeko ma sono sicuro che si sbloccherà presto.

"Gerson sta crescendo, sta lavorando bene". Sono contento della sua crescita e di quella di altri giovani, non si devono fermare. Con il 4-2-3-1 ci sono due mediani e un trequartista, lui potrebbe fare quel ruolo dietro la punta.

COME ARRIVA IL BENEVENTO - La sconfitta nel derby col Napoli non ha condizionato l'umore dei campani, anche se la salvezza resta una vera e propria impresa. Fazio mediano di centrocampo? Sarà successo dieci anni fa. non credo proprio, sarebbe metterlo in difficoltà.

Su Bruno Peres: "Problemi di atteggiamento?" Solo che Bruno è visto in un modo e Radja in un altro. "Per crescere dobbiamo avere una sola direzione e come società abbiamo deciso di escluderlo e multarlo" ha concluso. Per poter migliorare e dare una mentalità ci vuole tempo e si passa anche per questi episodi. Per dare una mentalità serve tempo, mi auguro che sia l'ultimo, anche se questi errori grossolani servono per crescere. Mi auguro che anche un gol fortunoso possa aiutare questi ragazzi. Noi dobbiamo ambire a ottenere la qualificazione in Champions, era uno degli obiettivi primari di questa stagione, cercando di fare il meglio possibile. Si va sul modulo (4-2-3-1 con uno tra Perotti e Defrel come trequartista), sui comportamenti, su De Rossi e Schick che proveranno a esserci almeno per la panchina e, soprattutto, sul bisogno di punti e reti della squadra: "Siamo una squadra a trazione anteriore ma dobbiamo sempre cercare l'equilibrio". Ora dobbiamo migliorare la fase realizzativa, mantenendo la solidità ritrovata. Lo sto rivedendo, non solo nell'ultima gara ma in generale negli allenamenti che abbiamo fatto.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE