Entro 2018 Duomo Milano tutto illuminato

Bruno Cirelli
Febbraio 11, 2018

La veneranda fabbrica - che si occupa della costruzione e della manutenzione della cattedrale dal XIV secolo - ha infatti firmato un accordo con A2A e con il Comune di Milano che dà il via libera al completamento dell'illuminazione. Il rifacimento della illuminazione perimetrale e della parte alta del Duomo, comprendente le coperture e le guglie, e la restante illuminazione esterna sarà completata entro dicembre 2018.

"Questo accordo è un atto d'affetto continuamente rinnovato verso il nostro Duomo".

Il Duomo è pronto a brillare sempre di più.

Il nuovo impianto di illuminazione degli esterni, che comprende l'intero perimetro della Cattedrale, le coperture e le guglie, prevede un aumento di 196 proiettori rispetto ai 378 installati attualmente da A2a, portando il numero complessivo a 574, di cui 368 sulle Terrazze del Duomo e 206 distribuiti sui pali ed i palazzi circostanti. Pietro Palladino dello Studio Ferrara Palladino e Associati, approvato dalla Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio di Milano, ha acquistato i nuovi corpi illuminanti relativi all'impianto. La scelta degli apparecchi, appositamente realizzati da ERCO, prosegue nel segno dell'efficienza e del rispetto dell'ambiente, privilegiando la tecnologia LED.

La spesa complessiva per la Veneranda Fabbrica supera il milione di euro. Quest'ultima azienda si occuperà di installare le nuove luci e della manutenzione ordinaria e straordinaria dell'impianto che si trova nelle adiacenze del Duomo, mentre la prima azienda si occuperà della manutenzione ordinaria e straordinaria dell'impianto di illuminazione installato nella sezione della cattedrale. "Inoltre - conclude la nota di palazzo Marino - A2a curerà la posa dei contatori dedicati alla nuova illuminazione, realizzando il sezionamento in modo da poter misurare con precisione i consumi energetici del Duomo". Da parte sua, il Comune di Milano corrisponderà ad A2A una cifra pari a 195mila euro per l'installazione dei nuovi proiettori e si impegna a provvedere al pagamento delle utenze di energia elettrica, limitando l'accensione del nuovo impianto a 3.650 ore all'anno.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE