A Milano centinaia a marcia antirazzista

Bruno Cirelli
Febbraio 11, 2018

In centinaia sono scesi in piazzain segno di solidarietà per le vittime della tentata strage diMacerata. In corteo ci sonoassociazioni che lavorano anche con i migranti, come il Naga, laFiom, gli anarchici, l'associazione donne musulmane d'Italia; inrappresentanza della politica c'è Liberi e Uguali con ilcandidato alla presidenza della Lombardia, Onorio Rosati, Sinistra per la Lombardia, Potere al popolo. Tra gli striscioni presenti molti cartelli con la scritta "Salvini sei tu il mandante", in riferimento proprio ai fatti di Macerata, e quello che ha aperto il corteo: "Chiudere i covi neri. Milano antifascista, antirazzista, meticcia e solidale". Queste le parole di Laura Boldrini, presidente della Camera dei Deputati, partecipando alla manifestazione antifascista. Al suo arrivo per lei applausi da parte dei manifestanti che hanno scandito la frase "ora e sempre Resistenza". Qualche contestazione invece è arrivata da parte dei centri sociali, in testa al corteo, alcuni ragazzi hanno urlato "siete la peggior destra". "Noi siamo qui per ribadire un no forte e chiaro contro ogni forma di fascismo, contro il razzismo, nel nostro Paese non c'e' spazio per l'Apartheid".

Il corteo è partito da piazza Oberdan, nella zona di Porta Venezia, e si è concluso nei pressi della stazione Centrale, in via Zuretti, dove quasi dieci anni fa venne ucciso il diciannovenne Abdul William Guibre, detto "Abba".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE