La Giornata del Banco Farmaceutico

Barsaba Taglieri
Febbraio 10, 2018

Sabato 10 febbraio "torna in tutta Italia e in Basilicata la 'Grf', la Giornata di raccolta del farmaco". Il successo della iniziativa, è stato sottolineato durante la conferenza stampa, è possibile, ogni anno, anche grazie al determinante e preziosissimo contributo di numerosi volontari (350 lo scorso anno, quest'anno 450) che donano il proprio tempo per organizzare e realizzare la Giornata di Raccolta, oltre alle farmacie e agli Enti che aderiscono ogni anno in numero sempre più consistente. Obiettivo della giornata, promossa dalla Fondazione Banco Farmaceutico onlus e giunta alla diciannovesima edizione, è quello di raccogliere medicinali da banco da devolvere poi a oltre 1700 enti assistenziali. In un comunicato è specificato che "in oltre 45 farmacie della regione che espongono la locandina della #GRF18, sarà possibile acquistare un farmaco da banco da donare ai poveri assistiti dagli enti caritativi convenzionati con Banco farmaceutico".

Queste le farmacie che hanno aderito a Foggia: Farmacia Macchia Gialla, Prencipe, San Ciro, San Francesco, San Pio, Santa Rita, Santacroce, Tartaglia Stefano. Le farmacie aderenti sono 415 per Milano e provincia, 111 per Varese e provincia, 81 per Monza Brianza, 81 a Brescia e provincia e così via.

In 5 anni (2012 - 2017) la richiesta di farmaci da parte degli enti è aumentata del 27,4%, mentre il numero degli indigenti è cresciuto in 1 anno del 4%. In particolare, sono aumentati i poveri minorenni, in crescita del 3,2% (soprattutto minorenni italiani, in aumento del 4,5%). Ne hanno beneficiato oltre 580.000 persone assistite dagli enti convenzionati.

L'iniziativa è realizzata con il sostegno di Intesa Sanpaolo, Teva, Doc, EG EuroGenerici, Assogenerici, Avvenire, TV2000, Mediafriends, Responsabilità Sociale Rai e Pubblicità Progresso. In 17 anni, la GRF ha raccolto più di 4.400.000 farmaci, per un controvalore superiore a 26 milioni di euro. "Sono sempre più le farmacie che decidono di aderire al nostro progetto che si avvale della collaborazione di una grande rete di associazioni che successivamente andranno a distribuire i farmaci alle persone che necessitano di cure ma che non hanno i soldi per potervi accedere. - ha spiegato Cristian Vagliani, delegato territoriale di Banco Farmaceutico - In tutte le occasioni in cui ci siamo mossi, siamo riusciti ad ottenere ottimi risultati".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE