Carismi, sì alla fusione con Crédit Agricole

Paterniano Del Favero
Febbraio 9, 2018

Approvato il progetto di fusione, Carim entra in Credit Agricole Cariparma S.p.A assieme alle Casse di Risparmio di Cesena e San Miniato.

Sarà inoltre varata un'offerta pubblica di acquisto delle azioni detenute dai soci retail - in generale, gli azionisti diversi da fondazioni, banche, intermediari finanziari, compagnie di assicurazione e altri soggetti istituzionali. Tutti i cda degli istituti bancari hanno dato il via alla fusione nel gigante italo-francese, che si impegnerà a pubblicare un'offerta di acquisto delle azioni delle tre banche salvate destinando oltre 20 milioni di euro. Il perfezionamento dell'operazione è subordinato all'approvazione delle Assemblee Straordinarie delle società partecipanti alla fusione ed al rilascio, da parte di Bce dell'autorizzazione a procedere all'operazione e dell'autorizzazione ad apportare allo Statuto di Ca Cariparma le modifiche necessarie a dare corso alla fusione.

Secondo quanto spiegato nella tarda serata di ieri da Crédit Agricole, nell'arco del triennio 2018-2020 si prevede di erogare circa 3, 3 miliardi di euro di nuovi finanziamenti sui territori delle tre banche. Verrà inoltre mantenuto un rapporto con le Fondazioni territoriali azioniste delle tre banche, per iniziative mirate allo sviluppo delle comunità locali e verrà assicurato il legame con i territori: a San Miniato rimarrà la sede della Direzione regionale toscana; a Cesena la sede della Direzione regionale retail e un nuovo Centro di Banca Telefonica per il Gruppo Crédit Agricole; a Rimini la sede della Direzione regionale imprese e della Direzione regionale private banking. Il progetto di integrazione, viene ricordato dal gruppo francese, non prevede esuberi. Il corrispettivo differito è stato calcolato in modo da riconoscere uno specifico valore anche ai warrant detenuti dagli azionisti retail di Cassa di Risparmio di Cesena.

Nella volontà di mantenere gli attuali azionisti retail come clienti, a coloro che aderiranno alle offerte saranno, poi, riservate condizioni agevolate ad hoc sui principali prodotti. Sono stati definiti i seguenti valori di concambio: 0,070 azioni ordinarie Credit agricole per ogni azione della Cassa di Cesena, 0,032 azioni ordinarie Credit agricole per ogni azione Carim, 0,043 azioni ordinarie Credit agricole per ogni azione della Cassa di San Miniato.

Potenziali benefici della fusione delle 3 Banche in CA Cariparma Grazie all'acquisizione da parte di CA Cariparma, perfezionata il 21 dicembre 2017, le 3 Banche hanno operato in continuità, senza alcun impatto per dipendenti, correntisti e obbligazionisti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE