Calenda, 30 mld per Industria 4.0

Paterniano Del Favero
Febbraio 8, 2018

"La piccola e media industria privata continua a fare la sua parte e, nonostante le permanenti difficoltà, ha colto con coraggio le opportunità offerte da Industria 4.0, in una sfida che investe direttamente il futuro dell'ossatura portante del sistema industriale del nostro Paese". "Gli investimenti sono cresciuti dell'11%, una percentuale cinese, molto superiore a quella tedesca". Così in una nota Maurizio Casasco, presidente di Confapi, la Confederazione delle Piccole e Medie Imprese Italiane che raccoglie oltre 83.000 imprese con più di 800mila addetti, commentando le parole del Ministro del Mise, Carlo Calenda.

Per il 2018 sono stati stanziati altri 9,8 miliardi di euro, ha ricordato il ministro, che si vanno ad aggiungere ai 20 miliardi del 2017, per un dispositivo di 30 miliardi di euro: "Ora è tempo di focalizzare l'azione sulla formazione, un elemento cardine per lo sviluppo del Paese e l'occupazione. Abbiamo tutti gli elementi per rendere la transizione a saldo positivo", ha aggiunto.

"Vale la pena ricordare - aggiunge Casasco - che Industria 4.0 non rappresenta una panacea di ogni male".

"Vorrei rimarcare come la nostra economia si sia rafforzata in questi anni". Tornando al 2017, le imprese che hanno beneficiato del credito di imposta, ha indicato il dicastero, sono aumentate del 104% rispetto al 2016.

Per il premier Paolo Gentiloni, "la manifattura italiana, la seconda manifattura d'Europa, ha attraversato questo periodo di transizione e ha le carte in regola per affrontare la prossima transizione e ha gli strumenti per farlo nel gruppo di testa, anche grazie al piano Industria 4.0 messo in campo" dal Governo.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE